Manutenzione

Le istruzioni aggiornate sono solo in questo sito, non nel vecchio sito "www.argento-colloidale.info " e non nel CD-ROM allegato

 


Data la robustezza meccanica della Centralina del Generatore e di tutti gli altri componenti il kit, al di la delle normali pulizie agli elettrodi dopo ogni produzione, non si rendono  necessarie pratiche di manutenzioni periodiche.

 

E' invece possibile dover intervenire sugli elettrodi in caso di cadute o urti, per raddrizzare un elettrodo piegato come lastra o come gancio.


 

 

 

 

 

 

Per raddrizzare la lastra dell'elettrodo, vengono fornite una coppia di piastre di legno, con le quali si farà come vedesi chiaramente nella figura a sinistra una specie di sandwich, posizionandovi in mezzo la lastra dell'elettrodo, quando serve anche in diverse posizione, ed il tutto stringerlo fra le labbra di una grossa morsa.


 

 

 

 

Se un elettrodo dovesse subire una cadute o un urto che modifichi la perfetta piega del suo 'gancio' sarà sufficiente incastrarlo sotto la piastra di appoggio per il lavaggio, quindi servendosi come attrezzo un oggetto tipo la cannuccia si una biro e strofinarla contro il 'gancio', di fianco e/o di sopra sino a ripristinarlo come in origine.


 

 


Durante la produzione la corrente elettrica viene trasmessa dalla centralina del Generatore agli elettrodi dai contatti posto sotto il coperchio del vaso costituiti dai due fili di acciaio posizionati sopra la guarnizione azzurra come nella prima immagine a sinistra.

 

Prima di iniziare la produzione, viene fissata la centralina bloccandola tramite le 4 alette del coperchio, così facendo la coppia di contatti vengono premuti contro il 'gancio' degli elettrodi, come si può vedere dalla seconda figura a sinistra, consentendo così il passaggio della corrente.

 


 

 

Controllate, sia il perfetto posizionamento dei contatti, che siano diritti e centrati, sia che il 'gancio' dell'elettrodo sia perfetto. Ovviamente controllate anche di aver bloccato tutte 4 le alette del coperchio del vaso fissato sotto la centralina.

 

Se tutto è perfetto durante la produzione dovrà esserci passaggio di corrente verificabile dallo strumento milliamperometro sul pannello della centralina. Se non avete riempito di acqua il vaso in procinto di eseguire la produzione, potete impiegare la 'sonda di carico' per testare la la funzionalità elettrica della Centralina. Come nelle appositi istruzioni.


Chi siamo


Tecnosalute di Guido Ferioli

Via Ortigara, 3

40015 Galliera - BO

P.IVA:  03364441208

REA:  BO - 513359



Attività in atto:

 

Produzione e distribuzione di Colloidi Metallici e Generatori per la produzione di Argento Colloidale Ionico per scopo: Medicale, Industriale ed Agricolo.

Sede direzionale e produttiva: Italia.