Procedura di produzione Argento Colloidale Ionico con Generatore Look 0.8 e Look 1.2

Le istruzioni aggiornate sono solo in questo sito, non nel vecchio sito "www.argento-colloidale.info " e non nel CD-ROM allegato!!!!

è obbligatorio leggere e rileggere anche le istruzioni nel sottomenù "ISTRUZIONI"

 


Procedura per la pulizia degli elettrodi.....quando eseguirla????

....subito!!!!....appena terminata ogni singola produzione!!!

....non dopo una serie di produzioni!!!!

....non fra qualche settimana prima di ricominciare a fare produzione!!!!

ha da essere chiaro!!!!....regola che vale per tutti!!!

ogni singola produzione deve essere iniziata con gli elettrodi puliti!!!!

ha da essere chiaro!!!!

si deve interrompere la produzione quando gli elettrodi sono sporchi!!!

cioè quando l'ACI in produzione segna al densimetro 11 ppm.

Attenzione......la produzione si può fare alla luce di casa.

Uso del densimetro
Uso del densimetro

 

 

 

  

 

1)  Ora potrete posizionare l'interruttore della corrente agli elettrodi su 1 (uno), ed avrà inizio la produzione dell'Argento Colloidale Ionico (ACI). Sentirete il rumore del moto-riduttore che farà girare la pala dell'agitatore del liquido, e vedrete il led sul panello lampeggiare Verde o blu ogni 40 sec. Inizialmente vedrete lo strumento a lancetta (milliamperometro) indicare circa 8 mA (milliampere) il valore potrà variare di poco dipendentemente dalla purezza dell'acqua bidistillata. Generalmente 1 ppm (parti per milione di residuo salino), raramente zero, cioè non assente, bensì inferiore ad 1 ppm.

 

  

 

  

2)  Se state impiegando un Generatore Look 0.8, quando lo strumento milliamperometro a lancetta segnerà circa 30 mA (se state impiegando il Generatore Look 1.2 incominciate le misure quando il milliamperometro segna 40 mA) la densità arriverà a 11 ppm quando la corrente salirà a circa 40 mA con il Look 0.8  o 50 mA con il Look 1.2 . Dovrete accendere lo strumento densimetro e dopo pochi secondi dovrete immergere l'asta nera nel liquido fra le due tacche bianche del minimo e del massimo. Lasciate che la misura si stabilizzi e leggete il valore che dovrebbe essere circa 7-8 ppm, dovrete estrarlo e scrollarlo per far uscire il liquido rimasto e riporlo. A questo punto, non dovrete né distrarvi né assentarvi perché fra pochi minuti verrà il momento di interrompere la produzione. Continuate a ripetere la misura e quando il densimetro vi indicherà 10 ppm, vorrà dire che fra pochi secondi l'ACI in produzione sarà ad 11 ppm, ed in quel momento dovrete posizionare l'interruttore sullo zero e staccare la spina del Generatore. La produzione è terminata dopo circa 18-20 minuti.

 

Ripeto, la produzione deve essere interrotta staccando la spina della centralina quando il Densimetro segna 11 ppm...non oltre!!!

 


3) Terminata la produzione, la temperatura del liquido si abbasserà sino alla temperatura ambientale e questo determinerà una diminuzione del valore indicato dal Densimetro. In realtà non sarà la densità a diminuire, ma bensì solo il valore indicato dallo strumento, in quanto varia il valore indicato a seconda della temperatura del liquido misurato. Se al termine della produzione avrete letto 11 ppm, dopo il raffreddamento del liquido potrebbe segnare segnare 10 o 9 ppm, dipendentemente dal salto termico, ossia se scenderà da 30°C a 26°C in piena estate, oppure a 25°C in pieno inverno, in questo caso la lettura potrebbe essere di 7-9 ppm. A distanza di un paio di giorni la lettura potrebbe indicarvi ancora 1-2 ppm in meno, specialmente quando durante la stagione calda l'agglomerazione a termine della produzione continua in modo maggiore rispetto alla stagione fredda. Di conseguenza, evitate di far salire la densità oltre gli 11 ppm durante l'estate se volete ottenere una stabilità di diversi mesi, in quanto potrebbe ridursi ad alcune settimane.

 

4)  Grazie alla introduzione nei kit del telaio blocca elettrodi non vengono prodotte particelle grossolane (centinaia e migliaia di nm) e tanto meno scorie visibili, ciò nonostante evitate di proseguire la produzione oltre gli 11 ppm, perchè all'aumento della densità oltre i 11 ppm non aumenta l'efficacia del prodotto, bensì diminuisce in quanto aumentano le particelle prodotte sia di numero che di dimensioni, ed è proprio la dimensione eccessiva e la produzione di scorie per quanto piccole ed ancora invisibili ad occhio nudo a provocare la diminuzione della efficacia antimicrobica e la sua stabilità nel tempo.

 

Interrompendo la produzione dell'ACI staccando la spina della centralina dalla presa di corrente,gli elettrodi gli elettrodi si ricopriranno di un leggerissimo strato di scorie, assumendo un leggero colore dorato pallido, questo è proprio quando gli elettrodi assumono questo colore che la produzione deve essere interrotta per ottenere il massimo dell'efficacia antimicrobica ed il massimo della stabilità del prodotto nel tempo!!!...evitate assolutamente di fare di testa vostra e di proseguire oltre con la produzione si sporcherebbero troppo e per quanto si prendano precauzioni nel travasare il prodotto nei contenitori, sarebbe impossibile non ottenere la presenza di scorie anche visibili nel liquido. Un filtraggio anche ripetuto limiterebbe la presenza delle scorie più grossolane, ma resterebbero particelle grosse e quindi un prodotto meno stabile, potrebbe ingiallire già in pochi giorni.

 

5) Ottenere una densità elevata al massimo ottenibile rispetto a quanto si può ottenere fermando la produzione a 11 ppm, serve quando si vuole ottenere un prodotto di maggior efficacia a parità di volume, a costo di accettare una riduzione di stabilità nel tempo, ossia su pelle e mucose, diversamente conviene produrre un ACI a minore densità però maggiormente stabile, in altri casi l'efficacia si ottiene comunque aumentando la quantità.

1) Terminata la produzione, dovrete aprire le 4 alette del coperchio, sollevare il Generatore e spostarlo sul vaso di sn. Sollevare il vaso con l'ACI prodotto e travasarlo lentamente nella/nelle bottiglie, direttamente o servendovi dell'imbuto fornito a corredo.

 

2)  Nel Kit del Generatore Look 0.8 troverete 1 bottiglia da 1 litro color bianco coprente, e nel Kit 1.2 troverete 1 bottiglia da 1 litro + 1 bottiglia da 0,5 litro contenenti Acqua Bi-distillata che potrete utilizzare per la prima produzione che potrete riutilizzare per riempirle con l'ACI prodotto. Altre similari ne potrete acquistare nel negozio nel quale avrete acquistato l'Acqua bi-distillata, le bottiglie di vetro o in plastica potrete trovarle a buon prezzo in un magazzino dove vendono tutto per imbottigliare vino, olio, ecc.


Attenzione.......l'ACI prodotto deve essere conservato al buio

A scopo sperimentale e di controllo della produzione nel tempo, potrete versare dell'ACI appena prodotto in una bottiglia di vetro trasparente per essere riempiti dell'ACI che si vuole immagazzinare per testarne le caratteristiche nel tempo, sia visivamente, cioè la variazione di colore (tendente al giallo chiaro, che potrebbe diventare giallo scuro, poi rossiccio, poi marrone).

Il colore tanto più scuro ripeto è determinato dalla presenza di Particelle e raggruppamenti di grosse particelle dette 'Cluster', che quando diventano tanto grandi da essere visibili ad occhio nudo vengono definite 'Scorie'. Quando il liquido si presenta colorato non dico assolutamente che sia 'scaduto' normalmente inteso come potenzialmente dannoso, ma semplicemente meno efficace. Conservate l'ACI prodotto soltanto in bottiglie di vetro scuro comprate nuove, non tentate di riciclare quelle che hanno contenuto vino, succo di frutta, o peggio di olio, non riuscireste mai a pulirle bene, per inquinare l'ACI bastano pochi ppm di inquinante. Per testare l'ACI conservato nel tempo usate esclusivamente bottiglie di vetro trasparente almeno da 1/2 litro. Per osservane la presenza di scorie invisibili ad occhio nudo impiegate il Puntatore Laser Verde che potrete acquistare direttamente sul Web. La procedura in questa pagina: Test ACI.

 


Flacone ambrato 50/100 ml
Flacone ambrato 50/100 ml
Testa spray per gola
Testa spray per gola
Testa spray per naso
Testa spray per naso

 

I flaconi ambrati da 50 - 100 ml in PET farmaceutico o vetro sono forniti nel kit per potervi applicare le specifiche teste spray per gola o naso con ottima efficacia, per poter spruzzare l'ACI in gola o tonsille, oppure nel naso in caso di rinite.

I flaconi potete trovarli nelle farmacie, nei negozi che vendono "prodotti chimici per Reagenti Chimici" dove comprate l'Acqua Bi-Distillata e quelli che vendono "tutto per imbottigliare".







Chiunque avesse l'intenzione di portarsi il Generatore Look in vacanza in assenza di rete 220 Volt, ma disponibile la batteria del mezzo a 12 o 24 Volt, viaggiando con Auto e portando la tenda, o con camper, caravan, barca, non ci sarebbero problemi, il consumo massimo del Generatore non supera i 5 Watt, quindi basterebbe procurarsi il più piccolo inverter con entrata 12 o 24 Volt ed uscita 220 Volt.


Aggiornato il 08/12/2015                                                                                                                                                                                          silver

Chi siamo


Tecnosalute di Guido Ferioli

Via Ortigara, 3

40015 Galliera - BO

P.IVA:  03364441208

REA:  BO - 513359



Attività in atto:

 

Produzione e distribuzione di Colloidi Metallici e Generatori per la produzione di Argento Colloidale Ionico per scopo: Medicale, Industriale ed Agricolo.

Sede direzionale e produttiva: Italia.